Indicazioni per l'utilizzo della nuova traduzione del Messale Romano

Dal 22 novembre si inizieranno ad introdurre nella Celebrazione Eucaristica le sole nuove traduzioni del Gloria e del Padre nostro

News

Dal prossimo 22 novembre 2020, solennità di Nostro Signore Cristo Re dell’Universo, in diocesi, si inizieranno ad introdurre nella Celebrazione Eucaristica le sole nuove traduzioni del Gloria e del Padre nostro.

Lo ha comunicato il vescovo Francesco Marino, attraverso l'Ufficio liturgico, a tutti i sacerdoti.

Per l’utilizzo completo del Messale saranno date ulteriori indicazioni: «Per il momento è opportuno che il nuovo Messale - si legge nella nota inviata ai sacerdoti - sia oggetto di studio e di meditazione personale, con quanti curano la liturgia comunitaria e con i confratelli del decanato. Sebbene il nuovo Messale sia utilizzabile fin da ora, è necessario che l’intera diocesi agisca insieme».

La nota dell'ufficio Liturgico

← Torna all'archivio




Questo sito web utilizza i cookie
Questo sito o gli strumenti di terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
design komunica.it | cms korallo.it