Un'esperienza per crescere e incontrare il Signore

La riflessione di don Mariano Amato, responsabile della Pastorale giovanile diocesana al termine del pellegrinaggio campano da Maddaloni a Roma

"Portiamo nel cuore la gioia profonda di aver incontrato il Signore nei volti della gente che ci ha aperto il cuore e le case accogliendoci. Abbiamo attraversato la Terra dei Fuochi e abbiamo preso consapevolezza che dobbiamo prenderci cura ancora di più del Creato. Abbiamo preso consapevolezza del cuore grande dei giovani, cuore dal quale ripartire".

In queste parole, lo scorso 11 agosto, don Mariano Amato, Responsabile della Pastorale per i Giovani diocesana, racchiudeva il senso del pellegrinaggio da Maddaloni a Pozzuoli, affrontato da venticinque dei centosedici partecipanti all'iniziativa "X mille strade", conclusasi con l'incontro con papa Francesco a Roma, lo scorso 11-12 agosto. Un'iniziativa che segna una tappa importante verso la XV Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei Vescovi, dedicata al tema "Giovani, fede e discernimento vocazionale", che si celebrerà dal 3 al 28 ottobre.

 

I pellegrini della metropolia di Napoli a Roma

 
Sognare, rischisare, testimoniare i tre inviti che il Santo Padre ha fatto l'11 agosto ai giovani italiani al Circo Massimo dove ha ascoltato le loro le domande: “La Chiesa senza testimonianza – ha sottolineato - è soltanto fumo”. Impegni forti e importanti, per il futuro ma soprattutto per il presente della Chiesa. Impegni che però hanno entusiasmato i giovani che con la loro presenza - 70.000 da tutta Italia - hanno contagiato i più adulti, smuovendoli, almeno sul piano della riflessione, e facendoli interrogare. 

Il cammino infatti, non si è concluso a Roma.

Come ha ricordato il cardinale Bassetti, presidente della Cei, nel saluto al Pontefice la mattina del 12 agosto: "tornare a casa: è la parte più difficile". Da qui l'invito del Papa a "camminare nella carità" perché “è buono non fare il male ma è male non fare il bene!” E i cristiani camminano per fare il bene. Non può non essere così perché “Il vero pellegrinaggio - ha detto il cardinale Bassetti durante l'omelia in Piazza San Pietro - ha Gesù come compagno di viaggio e come meta che non delude. Cari giovani, nutritevi della sua Parola e del Pane eucaristico. Lasciatevi interpellare e incontrare da lui. La vostra gioventù non sfiorirà. E sarete lievito di speranza per la nostra Chiesa e per la nostra stessa società”.

Il pellegrinaggio verso Pozzuoli e poi verso Roma è stato entusiasmante: in particolare il cammino fatto a piedi per i luoghi della fede campani ha portato i giovani a scoprire tanto, di se stessi e di quanti già conoscevano o incontravano. Scoperta che lascia gioia e speranza, come ci racconta don Mariano Amato in questo breve video.

 

Pellegrini per puntare il cuore verso l'alto

 

 

 

 


« Torna all'elenco